L’ultimo WT Author di cui ho trattato è stato il 1973, lanciato l’anno corso alla metà di aprile con una campagna su Kickstarter. Il successo di questo grande diver con corona al 4 rosso Amaranto è stato positivo e ha aperto la strada a un nuovo modello, il Final Countdown, simile per filosofia, inedito per forma e contenuti. È in linea con i principi ispiratori del 1973 ma si rivolge a uno scenario differente, quello militare. Come il massiccio 1973 da immersione con cassa surdimensionata da 45 mm è rivolto agli appassionati che cercano un automatico con una personalità assolutamente travolgente. WT Author ha pensato a una gamma ampia in cui ogni indossatore può lasciarsi ispirare e trovare la versione più in linea con i suoi gusti e richiami storici (navi, aerei, sommergibili).

Proporzioni massicce, cassa quadrata da 44 mm, 10 versioni di quadrante. E, naturalmente, corona a vite a ore 4 in colore rosso come il 1973.

CASSA QUADRATA E CORONA AL 4

La collezione Final Countdown 1980 – 1989 di WT Author si rivolge ancora una volta agli amanti della corona al 4. Pensavo con una certa rassegnazione che non sarebbe mai stato possibile produrre un orologio militare con cassa quadrata e questo layout di corona. Gli adoratori di questa forma così particolare hanno già il loro punto di riferimento: il Bell & Ross BR 03, l’orologio quasi perfetto. “Quasi” perché nonostante abbia stile e valori di grande fascino ha un difetto che avrei sempre considerato fatale: la corona al 3 (ha fatto eccezione il BR-03 92 in bronzo). Invece sono contento di essere smentito con questo nuovo prodotto con magnifica corona a vite a ore 4, declinato in una pluralità di allestimenti che richiamano a differenti scenari e veicoli militari dell’aria e di mare.

La cassa in acciaio in tre parti ha una “piastra” intermedia con diversi tipi di finitura opaca: nera, verde, argento, bronzo

La massiccia cassa in acciaio ha un diametro di 44 mm e uno spessore di 13,4 escluse le anse. Come accennato le proporzioni sono quelle del BR o3 ma, in questo caso, il Final Countdown “grida” la sua personalità ed elimina qualsiasi compromesso. Questo si coglie nella presenza di angoli con smussi geometrici: potresti, insomma, sganciare la parte superiore della cassa e avvitarla alla strumentazione di un aereo. La misura tra le anse è di 49 mm e queste hanno una larghezza di 22 mm. La sua “straordinaria caratteristica distintiva è la sontuosa corona a vite a ore 4 in rosso scuro. Questa è protetta da vistose spallette che rendono il fianco inferiore dell’orologio assolutamente prominente. La ghiera girevole unidirezionale è abbinata a lunetta con scala dei 60 minuti e cifre in silver.

Il Final Countdown 1986 con quadrante giallo e parte di cassa con finitura bronzo opaco

10 VERSIONI DI CASSA/QUADRANTE

Il catalogo del Final Countdown prevede ben dieci versioni tra cui scegliere. La parte inferiore ha fondello a vista. La parte intermedia ha un trattamento differente a seconda della variante, con un particolare rivestimento che inneggia ora a operazioni su terra, ora in aria, ora in mare. Lo stesso vale per il quadrante:

1. N. 1980, Green Variant [WARSHIP]: trae ispirazione dal radar montato sulle portaerei. Il riferimento è alla HMS Invincible, la nave principale di una classe di tre carrier leggeri commissionati dalla Royal Navy britannica e operativa nel 1980. La parte intermedia della cassa è in colore grigio Canna di Fucile, il quadrante nero opaco visualizza ore, minuti e secondi. È chiuso con un vetro zaffiro in colore verde che crea un’atmosfera suggestiva, in tema con il suo nome.

WT Author Final Countdown 1980 Green Variant [WARSHIP]

2. N. 1981, Black Variant [STEALTH]. Si ispira al Lockheed F-117 Nighthawk, che nella metà di giugno 1981 fece il suo primo volo. Come da protocollo, è un aereo studiato per rendersi difficile da individuare con il radar. Questa versione ha la parte intermedia della cassa con finitura nera. Il quadrante è completamente nero; sono visibili solo le lancette, riempite con superluminova, la finestrella del datario e l’indice rosso a ore 12 con il logo del brand.

WT Author Final Countdown 1981 Black variant [STEALTH]

3. N. 1982, Grey Variant [SQUADRON]: riprende il display dello strumento che visualizza l’orizzonte artificiale (“attitude indicator”) e fornisce, perciò, indicazione sull’assetto dell’aereo rispetto all’asse longitudinale e trasversale. Sulla strumentazione, quindi, si controllano rollio e beccheggio. Il riferimento è al Tornado GR1, l’aereo che fu consegnato alla Royal Navy britannica il 6 gennaio 1982. La parte intermedia della cassa è in acciaio con finitura opaca. Il quadrante visualizza la superficie dell’orizzonte con parte inferiore nera e superiore in grigio. Il rehaut è in tinta arancione molto viva.

WT Author 1982 Grey Variant [SQUADRON]

4. N. 1983, RED VARIANT [ROCKET]: questa variante si ispira ai missili supersonici Cruise a lunga gittata, che potevano essere lanciati in qualsiasi condizione di tempo e di luce. Il riferimento è ai Tomahawck Block II testati nel 1983. La caratteristica di questa versione è il vetro zaffiro in colore rosso che protegge il quadrante su cui domina questo colore. Il rehaut presenta una fantasia tipica dei nastri che segnalano pericolo. La piastra quadrata è in acciaio con finitura opaca.

WT Author Final Countdown 1983, Red Variant [ROCKET]

5. N. 1984, White Variant [ORBIT]: Richiama il progetto Strategic Defense Initiative lanciato nel 1984 e la fitta rete di satelliti lanciati nel 1984 (Il programma Star Wars) per contrastare le possibili minacce durante la Guerra Fredda. La parte intermedia della cassa presenta una finitura in colore nero. Sul quadrante è realizzata una complessa decorazione che simboleggia l’intenso traffico di “spie dei cieli” presenti in quel tormentato periodo.

WT Author Final Countdown 1983,White Variant [ORBIT]

6. N. 1985, Blue Variant [BIRD OF PREY]: La piastra intermedia della cassa è placcata in verde Militare. Il quadrante riprende i colori dell’Esercito inglese con i due cerchi concentrici di colore blu e rosso (le tinte dell’Union Jack inglese). Gli indici a numeri arabi sono di colore bianco, lo stesso colore che si vede sul rehaut con scala a 60 /minuti/secondi. Questo stesso motivo blu/rosso è riportato sulle fiancate del caccia Harrier II il cui primo volo è avvenuto martedì 30 aprile 1985.

WT Author Final Countdown 1985 Blue Varant [BIRD OF PREY]

7. N. 1986, Yellow Variant [DOOMSDAY]: questa versione, la più sinistra, riprende l’Armageddon, ricorda la fine del mondo risultante da una serie di tragici eventi. Paradossalmente questo “momento” finale è reso attraverso il colore giallo vivo del quadrante in contrasto con la lunetta di un colore nero tenebroso e “sinistro”. La piastra sottostante è placcata in bronzo, la finestrella del datario ha una cornice rossa, forse per dare ancora più risalto al “fatale giorno”.

WT AUTHOR Final Countdown 1986, Yellow Variant [DOOMSDAY]

8. N. 1987, Orange Variant [VANGUARD]: Il quadrante visualizza la tipica immagine che vedrebbe un militare impegnato, osservando un radar sottomarino, a scrutare i fondali a caccia di nemici. Il riferimento è al sottomarino inglese Victorius, che fu calato in acqua il 3dicembre 1987. L’immagine del sonar è riprodotta sul quadrante nero con arco in rosso vivo. La piastra centrale della cassa è in acciaio con finitura in bronzo opaco.

9. N. 1988, Phantom Variant [EAGLE]: Riprende la grafica di un pannello strumenti montato su un aereo da guerra. Questa versione richiama l’F15-E Strike Eagle, il cui primo esemplare è stato prodotto nel 1988. Il quadrante in grigio opaco pone l’accento sulla luminescenza attraverso dettagli in azzurro chiaro, indici luminescenti e rehaut con banda giallo-nera. La parte centrale della cassa è rivestita in grigio Canna di fucile opaco.

WT AUTHOR Final Countdown 1988, Phantom Variant [EAGLE]

10. N. 1989 Khaki Variant [GUARDIAN]: Trae ispirazione dai colori camouflage utilizzati per mimetizzare un aereo da guerra. Il richiamo va all’AH-64 Apache utilizzato per la prima volta in combattimento nel 1989. Su questa versione domina il colore caki su tutta la superficie. Gli indici luminescenti contrastano con il colore scuro del quadrante, il cui colore è ripreso per il rivestimento della piastra intermedia della cassa.

WT Author Final Countdown 1989, Khaki Variant [GUARDIAN]

MOVIMENTO  E PREZZO

Il WT Author Final Countdown è equipaggiato con un calibro Miyota 9015. Questo robusto movimento meccanico a carica automatica pulsa a 28.800 alternanze l’ora; la sua massa oscillante poggia su cuscinetto a sfere per offrire maggiore stabilità e regolarità nel funzionamento. È inoltre dotato di sistema di protezione dagli urti Parashock e funzione hacking per la precisa regolazione dell’ora. Fornisce 42 ore di autonomia di carica e visualizza ore, minuti e secondi continui. A ore 4 è presente il datario.

La campagna su Kickstarter inizierà il prossimo 26 aprile e durerà 30 giorni. Tutte le versioni saranno proposte a 350 Sterline e corredati da cinturino in gomma con apertura di sicurezza. I primi 50 esemplari di ognuna saranno numerati individualmente. La normale commercializzazione comincerà a novembre 2022 e il prezzo sarà di 500 Sterline.