Il microbrand americano Nodus è nato nel 2017 a Los Angeles e qui avviene l’orgogliosa progettazione e sviluppo di tutta la produzione; Wes K. and Cullen C. hanno capitalizzato la passione per l’orologeria e creato il brand per dare concretezza al loro amore per gli orologi ovvero “quando collezionarli non basta più”. Nel 2018 è nato l’Avalon, diver sportivo concepito per le profondità di mari e oceani. Il Nodus Avalon II riprende i valori formali della prima serie e continua a stuzzicare gli amanti dei diver ad alte prestazioni.

Versione con quadrante nero. La corona al 4 è ben incassata nella cassa da 43,5 mm di diametro. Il disco del datario (finestrella trapezoidale al 6) è in tono con il quadrante

CASSA

Il linguaggio stilistico rimane fedele alla prima serie dell’Avalon. L’Avalon II mantiene ancora la forma della cassa a cuscino e mostra una combinazione di finiture spazzolate e lucidate. Un’immagine ravvicinata del profilo laterale mostra la finitura lucida sul fianco della che si allarga verso le anse e poi si sovrappone alla finitura spazzolata. Questo subacqueo prorompente mostra un taglio angolare verso il fondello che rende la cassa larga 43 mm e spessa 12,5 mm più sottile mentre è al polso. Gli indicatori della lunetta in ceramica (su ghiera unidirezionale con 120 clic) sono minimi e diretti, e sono dotati delle tradizionali scanalature a dente di sega. A ore 4 sta la corona a vite ben incassata nella carrure per dare un’ulteriore percezione “massiccia” del corpo.

Il fondello è chiuso con serraggio a vite e offe un’impermeabilità fino a 300 metri.

Vista del lato sinistro della carrure con la ghiera girevole unidirezionale (120 clic) e zigrinatura con denti a sega

QUADRANTE

Sono disponibili quattro colori di quadrante:

  1. Seaspray White
  2. Pelagic Blue
  3. Trench black
  4. Coral Yellow

Rispetto alla prima versione la superficie del Nodus Avalon II presenta un nuovo motivo “a cialda”. Questo, accoppiato con gli indici applicati con bordi lucidi, aggiunge una texture dinamica e profonda. Guardando più da vicino si può notare che anche gli indici a bastone ricevono un piccolo cambiamento. Gli indicatori a tre, nove e dodici mantengono ancora la base spessa, ma ora si affilano verso il centro del quadrante. Un datario trapezoidale con una ruota della data abbinata al colore occupa la posizione a ore sei mentre a ore 12 è installato un marcatore specifico leggermente più grande di tutti gli altri. Con una vista molto ravvicinata si può notare che sul rehaut è presente un anello con gli indici dei minuti lucidi. Questi sono in colore rosso in corrispondenza delle ore cardinali (3, 6, 9 e 12), rosso che ritroviamo sulla punta della lancetta de secondi continui e sul nome del modello indicato sopra le ore 6.

Versione con quadrante giallo (notare la superficie con motivo a “cialda”). Sul rehaut si notano gli indici delle ore cardinali con indicatore rosso. Rossa è anche la lancetta dei secondi.

MOVIMENTO

L’Avalon II è equipaggiato con un classico Miyota 9015, meccanico a carica automatica. Questo movimento, noto per la robustezza e la regolarità di funzionamento, pulsa a 28.800 alternanze l’ora e offre un’autonomia di carica di 42 ore.

PRODUZIONE E PREZZO

Il Nodus Avalon II si indossa con un bracciale in acciaio. La chiusura NodeX è stata sviluppata dal brand dopo due anni di studio e perfezionamento. È caratterizzata un sistema di regolazione rapida gestito con il pulsante sulla fibbia. Questo consente l’ottimale gestione dell’orologio per essere indossato con la muta e mantenere confort ottimale. Il prezzo è di 700€.