Il Ming M20.01 diventa realtà. Questo affascinante cronografo con straordinaria corona al 4 è nato nel 2020 come prototipo. All’epoca il concetto di questo orologio è stato illustrato nella forma del 20.01 S1 Concept, animato dal calibro Agengraphe (lo conosciamo già per essere il “motore” del Singer Reimagined), sviluppato da Jean-Marc Wiederrecht, specialista nella creazione di complicazioni e fondatore (1996) del laboratorio Agenhor. Il primo a utilizzare questo movimento è stato Fabergé sul cronografo Visionnarie nel 2017. Il 20.01 S1 Concept si è poi concretizzato, a fine anno, in una serie limitata di otto esemplari con quadrante in mosaico di zaffiro (l’avete visto per la prima volta lo scorso luglio quando ho presentato il Ming 20.11 solo tempo). Il brand della Malesia annuncia ora un nuova referenza del cronografo con movimento Agengraphe.

Versione con scala tachimetrica. La cassa in titanio ha un diametro di 41,5 mm

IL CONCETTO

Il 20.01 Series 2 nasce dal lavoro di sviluppo di Ming SPC, o Special Projects Cave, un laboratorio dedicato all’esplorazione di concetti insoliti, alla creazione di prototipi e, in alcuni casi, di orologi in serie limitata. Tra i precedenti progetti di SPC ci sono l’Abyss Concept e l’Ouj Celestial III, una collaborazione con ochs und Junior. Mentre il 20.01 Mosaic ha un quadrante in mosaico trasparente inciso al laser, il nuovo 20.01 Series 2 ha un approccio più sportivo. Sono perciò disponibili due versioni differenti, uno con scala tachimetrica (il vanto di un orologio sportivo automobilistico) o scala pulsometrica: la prima misura la velocità media in km/h di un corpo su un tratto di una lunghezza di mille metri, la seconda i battiti del cuore.

Il pulsante arancione a ore 10 aziona il cronografo

CASSA

Il 20.01 Series 2Utilizza una cassa in titanio da 41,5 mm di diametro con uno spessore di 14,2 mm. È formata da 34 parti e utilizza cinque diverse tecniche di finitura. Le anse a “lama volante” hanno una larghezza di 22 mm. La mancanza di lunetta (inutile per un modello di questo lignaggio) accresce la sua immagine lussuosa e la corona al 4 gli conferisce un anticonformismo deciso: ne risulta un orologio con una personalità che oscilla tra il barocco e il post-moderno, composto nelle proporzioni nonostante l’audacia del quadrante, così diverso dalle consuetudini.

Vista al buio con la forte e affascinante luminescenza

QUADRANTE

Al suo livello di base, l’orologio utilizza uno strato di titanio con un motivo Clous-de-Paris. È interessante notare che questo strato è un componente funzionale del movimento e funge da ponte per una parte del treno del tempo. Un secondo quadrante in zaffiro di 1,1 mm di spessore si trova sopra di esso, ed è stato inciso con 3.300 elementi triangolari nella parte centrale. Questi elementi sono stati incisi a tre diverse profondità per creare un effetto ottico.

Sono due le versioni disponibili:

  • Cronografo con scala tachimetrica (ore e minuti del tempo su lancette grandi, cronografo su lancette azzurre, secondi del cronografo con lancetta arancione)
  • Cronografo con scala pulsometrica (ore e minuti con lancette grandi, cronografo – minuti e secondi – con lancette arancioni).

Le lancette arancioni comandano il cronografo (minuti e secondi)

MOVIMENTO

L’Agengraphe è un movimento meccanico a carica manuale, con due bariletti di carica e 55 ore di autonomia. La maggior parte dei cronografi ha le funzioni cronografiche posizionate  sopra il treno di marcia (visto dal retro), ma l’Agengraphe ha le funzioni cronografiche più o meno al centro del movimento, e sullo stesso piano degli ingranaggi del tempo, che è disposto ad anello intorno ad esso (come una ciambella intorno ad un buco). Utilizza una frizione laterale unica. Le lancette delle ore e dei minuti saltano istantaneamente. I cronografi convenzionali usano un sistema a martello e a cuore per l’azzeramento, ma l’Agengraphe usa una combinazione di camme e molle a spirale.

Vista posteriore con il calibro Agengraphe

PRODUZIONE E PREZZO

La complessità di questo orologio lo “eleva” a modello per appassionati. Non offre contenuti innovativi nel senso di complicazioni inedite non affrontate nel settore o un’architettura che semplifica il funzionamento di un cronografo. Semmai la sua “bravura” sta nell’affrontare con spirito innovativo problemi già noti. L’azzeramento, ad esempio, avviene con l’utilizzo di minor forza e il sistema di frizione laterale è progettato per produrre una misurazione più precisa dei tempi parziali rispetto a un tradizionale sistema di frizione laterale a denti e ingranaggi. Edizione speciale di cinquanta pezzi al prezzo di 35.000 CHF (33.560€).