La gamma dell’affascinante Manometro (lo scorso dicembre si è aggiunta la cassa in “carbon aluminium”) del marchio Giuliano Mazzuoli si arricchisce di due nuove versioni. Il suggestivo modello prodotto dall’azienda italiana, un audace orologio che sfida le convenzioni strizza l’occhio agli appassionati dell’argento o del bronzo con un Manometro in acciaio dotato di quadrante argento o, per chi adora questo materiale, un Manometro con cassa e quadrante in bronzo.

Il design di rottura si caratterizza per due caratteristiche peculiari: l’assenza di anse e la magnifica corona a vite, dotata di vistosa zigrinatura, posizionata a ore 2.

La bellissima cassa in acciaio con corona a ore 2. Nell’immagine si può apprezzare la versione con finitura satinata e spessore di 14 mm

MANOMETRO  IN ACCIAIO CON QUADRANTE ARGENTO

Le caratteristiche di base del modello restano invariate: il Manometro si presenta con la consueta cassa in acciaio 316L di forma cilindrica che lo assimila a un tipico strumento di misurazione. È disponibile con finitura lucida o finitura satinata; hanno entrambe lo stesso diametro, 45 mm, ma spessori differenti: 10 o 14 mm così da restituire all’indossatore una personalità forte ma con due tonalità: il 14 mm è un possente segnatempo per un polso massiccio e granitico, per un professionista abituato a pesanti lavori a grandi profondità marine o un tecnico impegnato in un duro lavoro di precisione in un pericoloso sito di estrazione. Il 10 mm potrebbe avvolgere il delicato braccio di una coraggiosa amazzone o una sofisticata manager del nostro tempo.

Le due versioni del Manometro argento: spessore di 10 o 14 mm

Il quadrante in argento presenta in esclusiva l’orgogliosa scritta Firenze e lega indissolubilmente il brand all’eccezionalità toscana. Visualizza ore, minuti e secondi continui con lancette snelle e lavorate con materiale luminescente. La lancetta rossa dei secondi è decorata con punta a freccia. La parte esterna riporta indici con numeri arabi che ripropongono una classica scala graduata. Non è previsto il datario per accentuare ancora di più la sua personalità strumentale, la sua anima funzionalista.

GIULIANO MAZZUOLI MANOMETRO CON CASSA E QUADRANTE IN BRONZO

Ripropone le proporzioni del suo collega ma si distingue da questo per la seducente cassa in bronzo con lavorazione satinata e il quadrante nello stesso materiale con finitura soleil. Avrei tuttavia preferito che in questa configurazione la corona fosse nello stesso metallo in modo da realizzare un Manometro “total bronze”. Con questa cassa così particolare esibisce una personalità ancora più distintiva che non richiama immediatamente i fondali. Non è, insomma, un diver ancora più fiero del suo status ma si identifica come uno strumento con una più elevata preziosità e immagine di “sofisticazione” (chiarisco: non “sofisticatezza”).

Cassa da 45 mm in bronzo, spessore di 14 mm, quadrante in bronzo soleil

MOVIMENTI

Entrambi sono equipaggiati con un calibro ETA 2824/2, movimento meccanico a carica automatica di fabbricazione svizzera. Questo motore pulsa a 28.800 alternanze l’ora ed è dotato di rotore di carica bi-direzionale. Offre anche la possibilità della carica manuale e la funzione hacking per la precisa regolazione dell’ora. Offre una riserva di carica pari a 38 ore.

Particolare del quadrante. Si può notare la lunetta liscia che aumenta il fascino di “orologio-strumento”

PREZZO E PRODUZIONE

Entrambe le nuove versioni sono equipaggiate con un cinturino in cuoio fiorentino. Il Giuliano Mazzuoli Manometro Argento è già in vendita (al prezzo di 2.500€). La versione con cassa e quadrante in bronzo è stata recentemente presentata in anteprima agli appassionati del Manometro iscritti alla Newsletter e ai club di Giuliano Mazzuoli sulle principali piattaforme Social. Sarà presto in catalogo. Non sarà prodotto in serie limitata ma sarà in vendita per un tempo limitato (il prezzo non è ancora stato comunicato).